Layout-PB-Logo

PREMIAZIONE.jpeg
Giardini a Bassano
Concorso Cesoie d'oro 2018
“Orti e giardini urbani nella mia Bassano”

In questa ottava edizione, l’organizzazione dell’Associazione Pro Bassano ha potuto notare un nuovo e crescente interesse per la manifestazione che, nella sua apparente semplicità, vuole “vestire” alcuni angoli di Bassano per abbellire e al contempo offrire una visione nuova e di anno in anno differente degli spazi utilizzati e concordati di comune accordo fra il Comando dei Vigili di Bassano e l’Amministrazione comunale, che ringraziamo.

Grande soddisfazione è per la Pro Bassano, grazie al preziosissimo e indispensabile aiuto e sostegno del Dott. Agronomo Alessandro Bedin, il recupero del giardino di Palazzo Agostinelli, da offrire alla Città di Bassano.

Per la sua realizzazione sono state coinvolte molte “giovani” forze della Pro, siamo coscienti che l’impegno non è finito e ci vedrà ancora attivi nei prossimi mesi per stabilizzare il lavoro compiuto.

GIURIA

Dott. ssa Chiara Casarin Direttore Musei Civici di Bassano

Prof. Sergio Bigolin ex Insegnante Istituto d’Arte M. Fanoli di Cittadella

Arch. Roberto Xausa Presidente Fondazione Volksbank

Maria Cristina Busnelli Assessore Comune di Bassano del Grappa

Mario De Marinis Grafico e Rappresentante del Consiglio Pro Bassano

La giuria così composta ha valutato di buona qualità tutti i giardini presentati in questa edizione, ha notato un’attiva e fattiva risposta delle scuole, delle cooperative sociali e dei quartieri, interpretandolo come segnale non solo di interesse verso la manifestazione, ma come una necessità per la città di riorganizzare e promuovere gli spazi verdi.

La Giuria, dopo attenta riflessione ha decretato quanto segue:


1° classificato giardino n° 8
"Cesoie d'Oro"

Società Cooperativa Fattoria Sociale Conca d'oro

Progetto • Società Cooperativa Fattoria Sociale Conca d'oro

Esecuzione • Società Cooperativa Fattoria Sociale Conca d'oro

Titolo del giardino • Hortus conclusus

Luogo • Piazzetta Guadagnin

Motivazione del premio

La giuria ha convenuto che nell’ideazione e nella realizzazione del giardino si siano mantenuti alti tutti i parametri di giudizio richiesti: interpretazione del titolo, inserimento nel contesto urbano, varietà e contestualità delle piante, effetto decorativo e abbinamento dei colori, nella realizzazione.
Lo sforzo nel tentare di ricostruire un tipico giardino medievale ha allontanato la concezione contemporanea di verde, ma al tempo stesso ha fortemente caratterizzato con la struttura verticale a piramide una dimensione tridimensionale dello spazio, richiamando alla memoria la sosta e la meditazione sotto pergolati ombrosi.

 

2° classificato giardino n° 4

Consiglio di quartiere Centro Storico

Progetto • Arch. Marco Maurizio Rossi

Esecuzione • Filosofia del Verde

Titolo del giardino • Omaggio riconoscente ai Caduti

Luogo • Torre delle Grazie, monumento ai caduti

Motivazione del premio

Un piccolissimo giardino carico di simbolismi e riferimenti, esecuzione impeccabile e ben inserita nel contesto del luogo. Le geometrie richiamano in forma astratta, giocando con il verde e con il tufo, lo stemma della città mentre la forma a dosso ripropone simbolicamente il Monte Grappa. La pianta di ulivo, simbolo di pace, copre e protegge le fragili piante da orto.

Un orto/giardino ragionato e pensato con il fine di rendere omaggio ai caduti.

 

3° classificato giardino n° 13

Tecno Green

Progetto • Tecno Green

Esecuzione • Tecno Green

Titolo del giardino • Essenza di colori

Luogo • Piazza Libertà 

Motivazione del premio

L’impianto del giardino ben si colloca nella piazza e lo spazio ricavato sotto la struttura sovrastante ospita due panchine che risultano molto gradite al pubblico. Pur giudicando troppo importante la sopraelevata struttura, si apprezza il materiale di recupero e la disposizione delle piante da orto, che ben si fondono nel contrasto dei materiali utilizzati.

Spunto per riflettere di quanto il verde, anche se relegato in pochi metri quadri è importante e ricercato negli spazi urbani.

 

4° classificato giardino n° 10

Filosofia del Verde

Progetto • Denis Foffano

Esecuzione • Filosofia del Verde

Titolo del giardino • Urbi et horti

Luogo • Piazza Garibaldi, entrata Chiesa San Francesco

Motivazione del premio

Un orto urbano a tutti gli effetti, “alla città e all’orto” cita il titolo latino e in effetti fra piante aromatiche collocate strategicamente e piccole aiuole coltivate ad orto, la nota armonica viene data dalla forma della struttura ricavata all’interno del rettangolo giardino.
Un felice inserimento nell’impianto sono i due ciliegi che sovrastano e “ombreggiano” l’orto.
La linearità e la semplicità fanno di questo giardino una presenza ben inserita nel contesto.

 

5° classificato giardino n° 1

SIS srl

Progetto • SIS

Esecuzione • SIS

Titolo del giardino • Alle radici della pianta

Luogo • Giardino Parolini

Motivazione del premio

La scelta del luogo, il Giardino Parolini, è già una simpatica provocazione da leggere come un giardino nel giardino. Creare all’interno dello spazio verde bassanese un ulteriore punto di  riflessione, esaltando l’albero e per estensione qualsiasi pianta, divisa a metà fra radici e fusto arboreo, cioè fra quello che si vede e ci gratifica, con verde e frutti e quello che invece è essenziale e nascosto, ma necessario alla vita della pianta stessa, vuole essere una metafora del nostro vivere. Nel verde contesto del Giardino Parolini una panchina dipinta con sfumature del lilla, invita a sedersi e contemplare una pianta secca, recuperata con tutto l’apparato radicale e verniciata di bianco posta appositamente in contrasto con il fondo su cui posano le radici e il verde che la circonda.

Menzione speciale

Scuola Secondaria di 1° Grado “Jacopo Vittorelli”

La partecipazione della Scuola Vittorelli è ormai una consuetudine nella nostra manifestazione, nel ringraziare gli insegnanti e la Dirigente Scolastica auspichiamo che la partecipazione degli alunni e il loro impegno profuso nella realizzazione del giardino, siano di fondamento per una crescita personale sensibile ai temi dell’ambiente e della natura.

Menzione speciale

Istituto Statale di Istruzione Superiore “Alberto Parolini”

Un felice ritorno è la presenza dell’Istituto Parolini.
Già impegnati con il progetto “Il pino di Parolini” inserito nella manifestazione “Di Rara Pianta” hanno accettato di buon grado di abbellire la balconata della Loggia di Piazza, regalando alla città, nel suo “cuore cittadino” un angolo di verde. Si fa presto a dire Pino!

Questo sito usa cookies per il proprio funzionamento (leggi qui...)